DESCRIZIONE

Il settore dei droni è in forte espansione. L’Europa è il primo continente in cui si ritiene possa esserci una maggiore crescita e molti centri di addestramento hanno necessità di personale in grado di insegnare l’impiego di tali mezzi aerei.

REQUISITI RICHIESTI

  • attestato di APR (corso basico e/o critico)
  • esperienza di volo di almeno 16 ore

PARTE TEORICA

Corso propedeutico online + 10 ore di istruzione teorica relativa alla materia di insegnamento e apprendimento, comprensive della loro applicazione all’impiego dell’APR (manovre, manovre in emergenza, conoscenze tecniche del mezzo, analisi del rischio, sicurezza del volo, normativa SAPR).

PARTE PRATICA

L’aspirante Flight Instructor di droni deve effettuare almeno 18 missioni (minimo 10 minuti) per un totale di tre 3 ore (comprensive di manovre basiche, manovre di coordinazione, manovre in emergenza, dimostrazione degli errori più abituali e rimessa in sicurezza dell’impiego dell’APR).

SKILL TEST

AI termine del percorso formativo il pilota sostiene uno skill test con un Esaminatore APR. L’esame in volo deve essere rappresentativo degli specifici scenari e consistere in una missione di almeno 10 minuti.

SEDE DEL CORSO

  • Centro Addestramento “Flyscabris” presso Aviosuperficie di Scarlino.

DOMANDE FREQUENTI

Si, sia nel caso di utilizzo professionale che ricreativo come da regolamento emendamento 3.

Stessi criteri di un video amatoriale effettuato col telefonino o con la videocamera.

Si, solo con attestato per operazioni critiche se il giardino/terrazzo è in ambito zona urbanizzata.

È necessario frequentare un corso di aggiornamento teorico e superare un esame pratico.

Indicativamente 2-3 settimane, ma dipende dalla programmazione delle lezioni teoriche e pratiche, queste ultime infatti possono essere ritardate per la presenza di condizioni meteo avverse.

Un Centro di Addestramento autorizzato dall’ENAC. Trovi la lista completa a questo indirizzo https://www.enac.gov.it/sicurezza-aerea/droni/organizzazioni-di-addestramento

Gli operatori di SAPR impiegati per uso professionale, indipendentemente dal peso, e gli operatori e/o i proprietari di APR di massa uguale o maggiore di 250 g impiegati per attività ricreative hanno l’obbligo di registrarsi sul portale D-Flight e di apporre il codice identificativo QR.

Per utilizzare un SAPR per motivi professionali è necessario presentare una Dichiarazione, nel caso di operazioni non critiche, oppure ottenere un’autorizzazione per operazioni critiche. Sono necessari, inoltre, l’attestato per il pilota, un’assicurazione, manuali di volo e in particolari spazi aerei, un nulla osta all’occupazione dello spazio aereo.

RICHIEDI INFORMAZIONI